Vai ai contenuti

Nato maschio - il maschilismo e la sua eredità socio-culturale

Ricerche



NATO MASCHIO IL MASCHILISMO E LA SUA EREDITA' SOCIO-CULTURALE


DI OLGA MANGANELLI

__________________________

Questa ricerca che avevo voglia di realizzare da diversi anni è durata circa un anno. Studiare quelle che sono le fasi evolutive sia dal punto di vista antropologico, sociologico che biologico del maschio, si è rivelata più interessante di quanto potessi pensare . Uso il termine maschio intenzionalmente, in genere le persone fanno una distinzione tra maschio e uomo,dando una valenza, tal volta negativa alla definizione "maschio", io sto studiando i comportamenti maschili per verificare la veridicità di quelli che sono stigma, pregiudizi e verità sul maschio.


Come mai il comportamento maschile è reiterato nel tempo? L'idea di partenza, o meglio, il quesito di partenza di questo studio è se i comportamenti sessuali maschili, la maschilità, il maschilismo, sono forme universali di comportamento saldamente interiorizzate nell'uomo al punto da non modificarsi anche nell'incontro con altre culture o se gli stessi differiscono in relazione ai tempi, luoghi e culture e sono modificabili... e se lo sono come cambiano?

Attraverso un viaggio nel tempo il libro descrive i cambiamenti che il maschio ha avuto dalla preistoria ad oggi, sia rispetto i suoi comportamenti sociali che, e soprattutto, quelli sessuali. Uno studio multidisciplinare che coinvolge l'antropologia, la sociologia, la biologia, la sociobiologia, così come la psicologia, un percorso storico-culturale che affronta il tema dell'immigrazione e della diversità etnica dei generi per comprendere se il maschio è tale ovunque, in qualsiasi parte del mondo o è un concetto differenziato. In questo modo è stato costruito un identikit senza confine dell'uomo e delle sue principali e universali caratteristiche.



Torna ai contenuti | Torna al menu